MA COS’E’ IL FITNESS?

 

 In questi ultimi anni si è sentito spesso citare, magari sui giornali o in tv, la parola “Fitness”. Il Fitness, commercialmente parlando, è un settore che racchiude tutte quelle attività che tendono alla ricerca del benessere psico-fisico dell’individuo. Questo benessere viene raggiunto attraverso attività fisiche guidate e soggettive e il successo, sempre più evidente di questo settore, è dovuto ai risultati positivi che si concretizzano in uno stato di salute psico-fisica ottimale.

E’ doveroso iniziare chiarendo il significato del termine “fitness”. Spesso anche gli “addetti ai lavori” fanno confusione nel definirla.

Il termine fitness deriva da un termine biologico. In biologia  “la fitness” di un individuo rappresenta la capacità di un essere umano di trasmettere il proprio patrimonio genetico e di conseguenza la sua capacità di riprodursi. Questo lascia intendere come l’ individuo più adatto all’ambiente ( e per rimanere in tema più in forma…) sarà  quello che riuscirà a trasmettere meglio i proprio geni nell’eterna battaglia evolutiva. Da qualche anno questo termine è migrato verso lo sport e l’attività fisica acquisendo il significato di “buona salute” o andando ad indicare “lo stato di benessere di un individuo” con tutto quello che serve per ottenerlo.

Questo suo generico significato spesso ha spinto molta gente a praticare del fitness ma non sapendo realisticamente di cosa si trattasse.

Volendo fare un elenco possiamo dire che fare del fitness comprende:

– attività svolte in sala attrezzi : muscolazione;

– cardiofitness (allenamento aerobico);

– attività a corpo libero con musica e coreografie  (step, aerobica, funky, ecc);

– indoor cycling;

–  attività a corpo libero con musica senza coreografie (GAG, TBW,ecc);

– esercitazioni posturali.

A questo punto ci si potrebbe chiedere perché avvicinarsi a questo stile di vita? La risposta non tanto ovvia per alcuni ma dimostrabile scientificamente e che tra le tante scoperte e invenzioni, ad oggi il fitness (e l’attività fisica in genere), rimane ancora l’unico modo di mantenersi in forma e sopratutto in salute. La ricerca scientifica degli ultimi 40 anni parla chiaro. Un basso livello di fitness (benessere generale) è associato a: obesità, sindrome metabolica, ipertensione, ipercolesterolemia, malattia cardiache, aumento dell’incidenza di alcuni tumori. Credo che basti questo per far capire a chiunque che è diventato necessario salvaguardare la propria salute facendo inevitabilmente dall’attività fisica. Bisogna smetterla di intendere lo sport, l’attività fisica, il fitness (o come lo si voglia chiamare) solo un passatempo occasionale.    

E ‘ L’UNICO   MODO  PER   DARE  VITA  AGLI  ANNI   E   ANNI  ALLA  VITA!!!

Al nord e centro Italia questo settore gode di un volume di affari notevole e sempre più in crescita segno di una consapevolizzazione di massa che un po’ stenta ad affermarsi al sud. Quest’ultima osservazione è chiaramente legata anche alle priorità oggettive differenti tra adulti/anziani e giovani. Infatti molti giovani vivono il fitness soprattutto come importante pratica per migliorare il proprio aspetto. Andando avanti con l’età questo motivo passa in secondo piano per lasciar spazio ad obiettivi più salutistici. Secondo me il motivo è relativo l’importante è che la gente (soprattutto dagli over40 inpoi) e ancor di più la politica locale e regionale comprendano il messaggio che l’attività fisica è da ritenere “un’ obbligatoria necessità”. Basti pensare al risparmio in termini di spesa sanitaria che ne deriverebbe contribuendo alla prevenzione di molte malattie metaboliche e degenerative.   

E’ giusto sottolineare come il settore del fitness, che non risulta giuridicamente normato, contenga al suo interno circa 50.000 operatori (stima in difetto) che sfuggono al controllo e alla classificazione che insegnano senza titoli riconosciuti. Cosa vuol dire? Che nel Cilento (ma come in ogni parte d’Italia) sarebbe compito della gente informarsi su che tipo di professionista si ha di fronte (laureato o no?) e su come organizza il proprio lavoro (rispettando standard accreditati: colloquio iniziale, test valutativi, realizzazione di un lavoro individualizzato, assistenza continua oppure improvvisando di volta in volta?). Questo è l’unico modo per obbligare gli pseudo-professionisti a desistere dal percorrere questa strada e a spingere i reali esperti di movimento (Laureati in Scienze Motorie e Fitness Trainer qualificati) ad offrire un servizio sempre più di alto livello ma nel rispetto di una giusta politica concorrenziale.   

Ci tengo a sottolineare che il pretendere, da parte della gente, la realizzazione di palestre attrezzate, di piscine coperte, di  piste di atletica, ecc è ancora l’unica valida pretesa sociale tramite il quale spronare le coscienze dei “politicanti locali” a fare qualcosa di davvero utile per al salute di tutti.

Questo si che sarebbe un investimento intelligente!

 

De Martino Christian 

(LSM, MFT, ISSA)

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in SALUTE E BENESSERE, SPORT. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...