Unesco: tra il 2008 e il 2009, 125 giornalisti uccisi in 27 Paesi

Tra il 2008 e il 2009, in 27 Paesi del Mondo, sono stati uccisi 125 giornalisti. Un leggero aumento rispetto al 2006-2007, quando erano stati 122. I dati sono stati resi noti dall’Unesco e nella classifica dei Paesi più pericolosi, stilata dall’ONU, le Filippine possono vantare questo triste primato con ben 37 omicidi.

Una crescita avuta anche a causa dell’uccisione di 31 giornalisti il 23 novembre 2009 durante un attacco armato nell’isola di Mindanao, nel sud dell’arcipelago, legato a rivalità politiche.

Al secondo posto c’è l’Iraq con 15 persone e al terzo il Messico, con 11. Lo studio dell’Unesco mostra inoltre che più del 60% delle morti di giornalisti nel mondo non si registra nei Paesi in guerra, ma in quelli dove è diventato particolarmente pericoloso portare avanti inchieste giornalistiche e pubblicare informazioni delicate.

Antonello Giannattasio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ATTUALITA'. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...