BERTOLASO INDAGATO

Il capo della Protezione civile e sottosegretario Guido Bertolaso ha rimesso oggi i propri incarichi nelle mani del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dopo essere stato raggiunto da un avviso di garanzia con l’ipotesi di reato di corruzione nell’ambito di un’inchiesta sui “Grandi eventi” tra cui il G8 alla Maddalena, che stamani ha portato all’arresto di quattro persone.

“In merito alle indagini sui lavori per la realizzazione del G8 nell’isola de La Maddalena, nel corso della mattinata di oggi, è stata effettuata una perquisizione nella sede della Protezione civile di via Ulpiano (a Roma), e al Capo del dipartimento, Guido Bertolaso, è stato notificato un avviso di garanzia”, si legge nella nota diffusa dal Dipartimento.

“Per non intralciare l’operato degli organi inquirenti ho immediatamente messo a disposizione del Presidente del Consiglio tutti i miei incarichi”, dice nella nota Bertolaso.

Secondo fonti investigative, il reato contestato a Bertolaso è la corruzione.

Nell’ambito dell’inchiesta, questa mattina sono state eseguite una ventina di perquisizioni tra cui quella agli uffici romani della Protezione civile, riferiscono le fonti.

Nella nota, Bertolaso spiega di voler chiedere ai magistrati “di procedere al più presto al mio interrogatorio così da poter fornire tutte le informazioni in mio possesso. Abbiamo assicurato al personale della Polizia Giudiziaria pieno supporto, consegnando tutti i documenti in nostro possesso e ribadisco ancora una volta la più totale fiducia nell’operato della magistratura”.

QUATTRO ARRESTI PER CORRUZIONE

Nell’ambito del filone di inchiesta sui “Grandi eventi”, scaturito da un’altra indagine della Procura di Firenze, questa mattina sono state arrestate quattro persone fra cui Angelo Balducci, attualmente presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici del ministero delle Infrastrutture, come riferito da fonti giudiziarie e investigative.

Balducci è stato arrestato in qualità di pubblico ufficiale del Dipartimento sviluppo, competitività e turismo della presidenza del Consiglio dei ministri, riferiscono fonti investigative.

La Protezione civile aveva nominato Balducci “soggetto attuatore” dei lavori per il G8 dello scorso anno alla Maddalena – poi spostato all’Aquila – e in seguito lo aveva sostituito.

Le altre tre persone arrestate sono l’imprenditore romano Diego Anemone; Fabio De Santis, in passato in forza al Dipartimento sviluppo, competitivitàe turismo della presidenza del Consiglio dei ministri; Mauro Della Giovampaola, dirigente della Protezione civile.

Nelle ordinanze, emesse due giorni fa, ai quattro sono contestate “fattispecie corruttive relative ad appalti di alcune grandi opere che sarebbero stati assegnati nel quadro di uno scambio di favori tra dirigenti dello Stato preposti agli uffici interessati e privati imprenditori”, si legge in una nota diffusa dalla Procura fiorentina.

Il procuratore capo Giuseppe Quattrocchi ha spiegato ai giornalisti che i quattro sono accusati di “corruzione continuata in concorso”, e che la corruzione consisteva in scambi di favori e utilità relativamente a vicende legate “ai cosiddetti Grandi eventi tra cui La Maddalena. I fatti si collocano tra febbraio 2008 fino a qualche mese fa”.

Fonte:  http://www.reuters.it

De Martino Luca

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ATTUALITA', POLITICA. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...