ACETO DI VINO PER I NERVI…

Cari amici e amiche di “Nuova Coscienza”, lo sapevate che l’aceto di vino usato per condire le insalate ha delle proprietà mica da ridere?

Nell’antichità era molto apprezzato per la sua versatilità d’utilizzo: i Babilonesi lo usavano come condimento e conservante, i Greci lo impiegavano maggiormente con i vegetali mentre per gli Ateniesi era il condimento prediletto. Erano note soprattutto le sue proprietà medicinali e di solvente:  Ippocrate né lodava le qualità terapeutiche e disinfettanti. I romani lo utilizzavano come conservante e come bevanda dissetante, la stessa che fu offerta a Gesù in croce per ristorarlo. Pensate che a Marsiglia “ l’aceto dei sette ladri”, cosi chiamato, veniva utilizzato da sette ladri che s’immunizzavano con abluzioni per derubare gli appestati. L’aceto deriva dalla trasformazione e ossidazione dell’alcol etilico in acido acetico grazie all’intervento di batteri acetici del genere Acetobacter ( batteri molto diffusi in natura) e della presenza di ossigeno. Secondo informazioni mediche l’aceto è una medicina popolare usata in Cina per impedire la diffusione di virus, mentre la miscela chimica “acido peracetico” la si ottiene quando l’acido acetico è mischiato con il perossido di idrogeno (H2O2) ed è usata nell’industria del bestiame per uccidere i batteri e i virus prima della refrigerazione. Una miscela d’acido acetico al 5% e di perossido di idrogeno al 3% è usata comunemente in alcuni paesi asiatici come aerosol spray per controllo della polmonite. Pensate un po’.. abbiamo un rimedio contro le malattie a casa e pochi lo sanno.. Ma veniamo al dunque.. Nell’aceto vi è la presenza di una sostanza chiamata “acido acetico” che è il costituente dell’acetilcolina, neurotrasmettitore responsabile della neurotrasmissione dei segnali sia a livello del Sistema Nervoso Centrale (SNC) che del Sistema Nervoso Periferico (SNP). Per intenderci, questo enzima funge da ponte tra il segnale che parte dal cervello e che corre lungo i nervi e il punto di giunzione tra nervi e muscoli, in cui si esplica l’azione del medesimo. Bella storia.. senza acetilcolina non ci sarebbero la maggior parte delle azioni che compiamo ogni giorno, dal fare colazione a lavorare, correre.. In forma di aceto, le soluzioni di acido acetico (tipicamente con concentrazioni di acido acetico tra il 5% e il 18%) sono utilizzate direttamente come condimento ed o per la conservazione dei vegetali ed altri cibi. Gli aceti da tavola tendono ad essere più diluiti (tra il 5% e l’8% in acido acetico), mentre il liquido di conservazione presente nei prodotti commerciali ha generalmente concentrazioni più elevate.

Il totale di acido acetico usato come aceto su scala mondiale non è elevato, ma storicamente è l’uso più vecchio e meglio conosciuto come tocca sano per la nostra vita..

Mandara Stefano

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in SALUTE E BENESSERE. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...